In Friuli gli affettati sono un vero e proprio must già così come sono. Ma se cipolla e salame con l’aceto creassero un “crostino friulano” di tutto rispetto?

La cucina friulana si è sempre adattata con quello che aveva a portata di mano: con i ritagli di formaggio che avanzavano (strissulis in lingua friulana) e l’aggiunta di patate e cipolla, è stato creato il frico (di cui ne abbiamo ampiamente parlato QUI); mentre visto che del maiale non si butta via niente, ecco che il salame, mangiato normalmente crudo, viene cotto con cipolla e aceto per dare vita ad uno dei piatti più semplici e gustosi della cucina “MADE IN FVG”.

Il salame con l’aceto di norma si mangia accompagnato dalla polenta, altro cavallo di battaglia di molte zone della nostra regione, ma noi abbiamo deciso di accompagnarlo con un crostino, così da ottenere un qualcosa di mangiabile non solo durante i pasti canonici, ma anche durante un semplice aperitivo. Chiaramente il tutto accompagnato da un buon vino friulano!

INGREDIENTI:

– salame fresco
– cipolla bianca
– aceto di vino
– crostini di pane

PREPARAZIONE:

Tagliare grossolanamente la cipolla, farla rosolare in un cucchiaio di olio.

Quando sarà morbida toglierla dalla padella e farla riposare.

Togliere buccia/budello in cui è avvolto il salame, tagliare grosse fette e scottarle in padella.

A questo punto aggiungere la cipolla e far andare per qualche istante.

Bagnare poi con dell’aceto, far amalgamare per bene il tutto e svuotare infine la padella.

Scottare infine il pane nella stessa padella, così da farlo insaporire per bene.

Servire il salame sul crostino caldo, il tutto coperto dalla cipolla ancora tiepida.

VIDEO:

Questo era “Crostino Friulano. Il salame con l’aceto sposa l’aperitivo!” di ATOR FVG, per altre curiosità LEGGI QUI TUTTI I NOSTRI ARTICOLI!